venerdì 4 gennaio 2013

Macarons take away...ancora sweet box!

Vi siete mai trovate energiche e stanche allo stesso momento?
Uno di quei giorni in cui è andato tutto storto e avete solo voglia di cancellare le ore appena trascorse...
io mi metterei sotto le coperte al riparo da tutto e tutti,
ma la mia mente non riesce a staccare quando il corpo è immobile
come se non riuscissi a fare due azioni nello stesso momento,
mente e corpo come due entità separate.
Allora creo,
mi metto in azione all'impazzata per pensare solo a quello che le mie mani stanno realizzando,
ed è in quel momento che le mie creazioni hanno un'anima
la mia che se è traferita a loro.


Ho preparato per la seconda volta i Macarons.

La prima volta erano riusciti esteticamente non perfetti,
molto crepati in superficie,
molto morbidi all'interno,
ma apprezzati da tutta la famiglia,
a parte me.

Non poteva essere.
Non riuscivo a capire come non potessero non piacermi dei dolcetti dal gusto così semplice e perfetto,
ma non avendone mai assaggiati di originali non potevo confrontarli con i miei.

Poi è riapparsa Csaba sul mio televisore,
nella propria casa stile Benedetta,
un po' casalinga stile ognuna di noi.
E in men che non si dica prepara dei Macarons
declamandoli con le amiche come la ricetta più veloce del mondo
preparati dopo pranzo mentre stava
riempiendo la lavastoviglie
passando il pannetto Swiffer
e pulendo il forno.

E ho riprovato.
Senza the Matcha ovviamente.


Secondo Csaba si devono crepare in superficie,
e un passaggio è giusto.

Csaba li ha farciti di crema di burro.
A me non fa impazzire,
anzi non mi piace per niente...
ogni volta che la assaggio mi trovo ad immaginarmi mentre azzanno un panetto di burro...
Ma gli amici per i quali li stavo preparando ne vanno matti
e quindi via libera.

Conclusione:
i gusci dei Macarons sono paradisiaci
ma il Macarons accoppiato acquista un tocco troppo morbido e dolciastro.
Niente da fare per me.
Prendo quelli perfetti e mentre decido come portarli
(eh si quando devi preparare dei dolci da portare a qualcuno il problema è sempre DOVE metterli!)
mi balza alla mente un'immagine di qualche blog di qualche tempo fa...
non me ne vogliate...
io cerco cerco e poi archivio le immagini solo nella mia mente e non ricordo gli autori!

Scatola della carta forno o argento o pellicola
(possibilmente senza seghetto metallico)
la ricopro di carta argento
(fa molto Natale)
un fondo di carta forno,
inserisco i Macarons...
dimensione perfetta,
chiudo
un bel nastro
e voilà!




;-)

mercoledì 2 gennaio 2013

Bouche de Noel


"Mai, non ce la farò mail".
E invece passaggio dopo passaggio
sono riuscita a realizzare il tronchetto di Natale.
Ho recuperato diverse ricette
confrontato ingredienti e passaggi
e alla fine ho seguito questa,
con la variante della crema pasticcera
preparata seguendo la ricetta del Cucchiaio d'Argento. 


Ho dimezzato le dosi ed il risultato è stato un tronchetto per circa 8 persone,
senza bis, ma considerando la tipologia di dolce,
farcito con crema pasticcera al cioccolato e ricoperto con ganache al cioccolato,
una dose unica a fine cena è quasi d'obbligo!

Amante del cioccolato quale sono
speravo in un gusto più variegato e poco noioso
invece sono rimasta delusa.
Probabilmente una farcia di crema pasticcera neutra
o una "nevicata" di cocco
arrichirebbe questo dolce di un gusto brillante e variegato.

martedì 1 gennaio 2013

Tiramisù take away e sweet box

Questa è la mini versione take away,
portata a casa di amici per conlcudere una merenda natalizia in compagnia:








Un po' riciclo creativo e un po' Cappuccetto Rosso!

Ho preparato il tiramisù nei vasetti dell'omogeneizzato,
li ho chiusi con il loro coperchio
e, ricordando le conserve della nonna preparate in casa,
ho appoggiato sul coperchio stesso un pirottino di carta rovesciato,
fermandolo con un nastrino oro.
Ho poi decorato i pirottini con disegni natalizi utilizzando
un tubetto di colore alimentare glitterato.

Ho preso un recipiente di carta monouso
(quelli per surgelare le lasagne!)
per contenere i 4 tiramisù,
ne ho decorato il bordo con un nastrino oro applicato con nastro biadesivo,
ho applicato la maniglia utilizzando la striscia di protezione che usano in pasticceria...
ALT
io non l'avevo...
ma avevo archiviato il cartone che si trova nella confezione della pasta sfoglia del banco frigo,
avete presente?
Quello che avvolge a triangolo il rotolo di pasta sfoglia
e si divide in 3 strisce di cartone in quanto è già prefustellato!
Ecco questa striscia di cartone è stata applicata al vassoio con dei punti metallici
e per ricoprirla ho usato un nastro di stoffa natalizio molto largo.

Carini vero???
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...