giovedì 22 dicembre 2011

Cuori di zucchero


Una mia carissima amica mi ha regalato per Natale una tisana:
Già la confezione ti fa venire voglia di fare scaldare l'acqua per assaporarla al più presto:
tra i petali di rosa, girasole e fiordaliso spuntano delle
farfalline di zucchero bianco:


E così mi sono detta
"ma non si possono realizzare in casa le zollette di zucchero?
Saranno fatte di zucchero
...e quello ce l'ho...
serviranno delle formine
...e quelle le ho...
PROVIAMO!"

Ho dovuto navigare qualche minuto in rete prima di trovare le indicazioni,
poi sono riuscita a trovarle nei blog Sugarcollection e I dolci nella mente.
In quest'ultimo la ricetta è associata ad un contest molto goloso...
prima o poi parteciperò anch'io ad un contest!

ZOLLETTE DI ZUCCHERO
Ingredienti
zucchero (anche di canna)
acqua o coloranti
stampi di piccole dimensioni

Preparazione
Premessa: la quantità di acqua e zucchero dipende da quante zollette volete realizzare + per rapidità di esecuzione ho utilizzato gli stampi in silicone dei cioccolatini, anzichè gli stampi del ghiaccio o quelli dei biscotti.
Mettere 3-4 cucchiai di zucchero in una scodella e aggiungere qualche goccia di acqua o colorante (io ho iniziato con mezzo cucchiaino ed è stato sufficiente).
Se utilizzate i coloranti liquidi potete aggiungerli direttamente al posto dell'acqua, altrimenti quelli in polvere vanno diluiti in acqua.
Amalgamare l'acqua allo zucchero.
Prima di aggiungere altra acqua mescolare bene: all'inizio sembra che l'acqua non sia sufficiente ma dopo pochi secondi lo zucchero la assorbirà completamente.
Si deve ottenere una consistenza quasi granulosa: lo zucchero si deve addensare formando dei mucchietti.


Bagnare leggermente le pareti dello stampo, inserire lo zucchero e pressarlo bene.
Fare asciugare completamente lo zucchero prima di estrarlo: si può fare asciugare all'aria o sul calorifero oppure, come indicava uno dei blog mettere in forno 60° per 30' (se lo stampo utilizzato lo permette).
Per la dimensione deille mie zollette sono bastate poche ore sul calorifero tiepido.


Saranno confezionati per i miei ragalini di Natale ;-)
A proposito
-3
E voi avete realizzato dei regali golosi???




mercoledì 21 dicembre 2011

Biscotti decorati - secondo tentativo...e il mio albero di Natale

Finalmente,
questa è una glassa reale come si deve,
e questi sono biscotti degni di essere appesi all'albero:




PASTA FROLLA PER BISCOTTI


GLASSA REALE
Fonte: cucinaconme.it
Ingredienti:
1 albume
300g zucchero a velo
1 cucchiaino succo di limone

Preparazione:
montare l'albume a neve con le fruste elettriche, deve restare morbido,
Unire il succo di limone.
Unire lo zucchero un cucchiao alla volta continuando a lavorare il coimposto con le fruste.

La glassa così ottenuta è morbida ma corposa e si presta perfettamente a decorazioni con la sac a poche, perchè conserva la forma desiderata.

Jingle Bells
Jingle Bells
Jingle all the way...
;-)

domenica 18 dicembre 2011

La casetta di Natale senza neve!

L'idea iniziale era realizzare una casetta immersa nella neve...
poi durante la decorazione ho pensato che una casetta colorata con pupazzo di neve (finto!) e albero di Natale allestito in giardino sarebbe stata più reale per le temperature che questo tardo autunno ci sta regalando!

La casetta non è perfetta lo so (all'interno ci sono anche le impalcature di bastoncini di legno eh eh) ma è realizzata totalmente di torta, non ci sono le pareti fatte con lo stampo dei biscotti...solo tanti pezzetti di torta assemblati...stile Lego!


La base è un triplo strato di Pan di Spagna (non vi posto la ricetta perchè non sono ancora pienamente soddisfatta del risultato) farcito con crema pasticcera e crema pasticcera al cioccolato,
la casetta è realizzata con torta sacher farcita con crema pasticcera.
Il tutto è ricoperto di crema Ganache al cioccolato.
Il bordo della torta è ricoperto di crema al burro aromatizzata al cacao, mentre il camino e i fiorellini lungo il bordo sono realizzati con crema al burro a cui è stato aggiunto colorante rosso.
Il pupazzo di neve e l'albero di Natale sono stati creati con pasta di zucchero Rebecchi.
Infine ho applicato le caramelle quando ancora la crema Ganache era morbida.


La casetta è stata realizzata seguendo questo schema:


sempre dal libro delle Feste, pagina successiva a quella della torta "Il lettino dolce".
Per avere la forma rettangolare ho cotto la torta Sacher nella teglia delle lasagne, poi l'ho tagliata considerando il tetto come 1/3 di tutta la dimensione della torta (foto 2).
La base restante della torta l'ho suddivisa in 2 parti uguali per realizzare una casetta su 2 piani + il tetto.

Eccovi le ricette:

TORTA SACHER

CREMA PASTICCERA/CREMA PASTICCERA AL CIOCCOLATO
Una volta pronta, ancora calda, ho suddiviso la crema in 2 parti uguali ed ho aggiunto 50g circa di cioccolato fondente a scaglie a una delle due, ho mescolato finchè non si è completamente sciolto: ho così ottenuto la Crema Pasticcera al cioccolato.

CREMA GANACHE AL CIOCCOLATO

CREMA AL BURRO
Ingredienti:

375 gr zucchero
125 burro
1 cucchiaio di latte


Preparazione:
Ottenere una crema impastando tutti gli ingredienti (anche al mixer).
Per ottenere la crema al cacao hop aggiunto circa 2 cucchiaini, considerando circa metà del quantitativo della crema.
All'altra metà ho aggiunto poche gocce di colorante liquido rosso.
Per i fiorellini di crema di burro ho usato la sac a poche con bocchetta a fiore.


ALBERO DI NATALE E PUPAZZO DI NEVE
Sono realizzati con pdz già pronta.
In particolare per realizzare l'albero ho usato lo stesso procedimenti dei biscotti Sgranocchia Sgranocchia, considerando la pdz come pasta frolla (senza cuocerla ovviamente!).


Non immaginate l'espressione dei miei nipotini quando hanno visto la torta...
tra meno di un mese ci sarà la loro festa di compleanno...
pensiamo...
pensiamo...


Notte :-)))



venerdì 16 dicembre 2011

Pulcini...o bignè? (ripieni di crema pasticcera)


"E' più semplice realizzarli da sé che uscire a comprarli"
...bhé quando ho letto questa frase mi sono detta
"si va bhé...la solita casalinga super pasticcera con mille infornate alle spalle"
...e invece è vero!
Realizzarli è davvero semplice!

Ho confrontato diverse ricette, tutte molto simili, qualche leggera differenza nel procedimento, e alla fine ho scelto quella del CUCCHIAIO D'ARGENTO (la mia è l'ottava edizione):

PASTA PER BIGNE' O PASTA CHOUX
Io ho utilizzato metà dosi della ricetta: sono riuscita a preparare una teglia da forno ricoperta di bigné...tanto per farvi capire la quantità...i miei erano davvero piccini (la cosa non era voluta :-) ero pur sempre al primo esperimento!) ma alla fine così piccoli sono stati forse più apprezzati della versione a grandezza standard perchè uno tira l'altro! 
Ingredienti:
150g farina
1/4 lt acqua
100g burro
15g zucchero
4 uova
sale

Preparazione:
In un pentolino fare sciogliere acqua, burro, zucchero, sale.
Una volta raggiunto un leggero bollore spegnere il fuoco,
aggiungere in una sola volta tutta la farina e mescolare velocemente con un cucchiaio di legno.
Rimettere sul fuoco e fare cuocere per 7'-8' continuando a lavorare l'impasto finchè non si stacca completamente dai bordi e dal fondo del pentolino.
(A me l'impasto si è staccato fin dall'inizio dalla pentola...l'ho fatto comunque cuocere per qualche minuto continuando a lavorarlo).
Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.
Incorporare uno alla volta l'uovo mescolando bene.
Non aggiungere l'uovo successivo se quello precedente non è stato assorbito perfettamente dall'impasto.
Inserire l'impasto in una sac a poche con bocchetta liscia (o senza bocchetta) e depositarlo a mucchietti grandi all'incirca come noci (le mie erano nocciole eh eh eh) sulla placca del forno ricoperta da carta forno.


Cuocere forno statico 200° circa 20' finchè iniziano a dorare.


Una volta raffreddati potete riempirli di crema pasticcera o panna o cioccolato...
io ho scelto la crema pasticcera, ricetta sempre dal CUCCHIAIO D'ARGENTO:

CREMA PASTICCERA
Dosi: indicativamente corrispondono alle dosi della pasta per bigné...ho dimezzato anche queste dosi e mi è bastata per tutti i bigné).
Ingredienti:
4 tuorli
100g zucchero
30g farina
1/2 lt latte
vaniglia o buccia limone grattugiata

Preparazione:
Fare scaldare il latte senza farlo arrivare a bollore, aromatizzandolo a vostro piacimento.
Lavorare tuorli e zucchero con un cucchiaio di legno fino a raggiungere un composto spumoso.
Versare il latte caldo nel composto sempre mescolando e una volta che si è amalgamato rimettere il tutto sul fuoco e farlo bollire per 3'-4' sempre mescolando.
Farla raffreddare mescolandola di tanto in tanto per evitare che si formi la pellicola in superficie,
farcire i bigné con la crema tiepida o fredda.



Troppo buoni!

Croissant salati mignon

Mi sono resa conto di non aver mai postato questa ricetta...
bhè di ricetta proprio non si può parlare...
si preparano in 4 minuti e fanno un figurone!


Ingredienti per 16 croissant:
1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
ripieno a piacere:
- cotto e edamer
- gorgonzola e noci
- speck e brie
...

Preparazione:
Srotolate la pasta sfoglia e con la rotella tagliapizza suddividetela in 16 triangoli uguali.
Sull'estremità esterna di ogni triangolo posizionate gli ingredienti per il ripieno: non abbondate altrimenti in cottura potrebbero fuoriuscire dal cornetto:


Arrotolate ogni triangolo partendo dall'esterno verso la punta:



Posizioante i croissant sulla placca del forno, ricoperta da carta forno, leggermente distanziati tra loro:


Spolverizzateli con spezie a piacere (pepe, paprika, peperoncino, semi di papavero) in base al ripieno, in modo da differenziarli.
Infornare 180° per 15'-20' finchè non risultano leggermente dorati.

Mmmmmmhhhhhh...
che ripieni golosi vi vengono in mente???

Avevo provato anche la variante dolce: marmellata e mela (una mela in gabbia mignon) ma la marmellata era fuoriuscita dal cornetto in cottura...proverò con la Nutella!

mercoledì 14 dicembre 2011

La scatola portadolci

Non so voi... ma io quando devo trasportare i miei dolcetti entro in crisi...
"dove li metto...
si rovesciano...
si rompono..
prendo il portatorte...no la borsa di cartone a fondo piatto...
forse è meglio se li tengo in mano..."
e poi a parte le difficoltà logistiche mi piace che la presentazione sia bella tanto quanto i dolcetti...
ed ovviamente la scatola voglio realizzarla io
(le scatole già pronte sono troppo anonime!):


Ho curiosato bene nei pensili della mia cucina e ho scelto le scatole che li stanno affollando negli ultimi mesi (e la cui dimensione andava bene per i miei dolcetti!):


La confezione era già stata iniziata quindi la scatola era aperta sulla parte superiore.
Ho tagliato con la forbice la "copertina", senza prestare particolare attenzione alla perfezione del taglio dei bordi perchè poi andranno coperti:


Ho fissato con del nastro adesivo sia le alette interne, sia quelle esterne.
Più nastro adesivo sarà presente, più la scatola sarà resistente:

Ho preso della carta da regalo ritagliandola secondo la dimensione della scatola;
la carta deve arrivare ad avvolgere i bordi esterni e interni della scatola:


Ho messo del biadesivo tra l'interno della carta regalo e la base della scatola, in modo da fissarla e lavorare meglio.
Ho ritagliato in diagonale la carta ai 4 angoli, fino ad arrivare al bordo della scatola (ricordate come si faceva ad incartare i libri di scuola??? Eh si...negli anni '80 ai libri si metteva una copertina colorata e magari anche una trasparente per proteggerli :-)):


Ho piegato delicatamente la carta, sui due lati lunghi della scatola, verso l'interno della scatola stessa, facendola aderire perfettamente.
Sui 2 lati corti ho invece piegato la carta come si vede dall'immagine:


E l'ho poi piegata verso l'interno:


Ho fissato la carta al fondo interno della scatola con nastro adesivo:
il fondo verrà coperto quindi si può abbondare anche in questo caso.

Ho ricoperto di carta da regalo anche la "copertina" della scatola che avevo ritagliato, e l'ho posizionato all'interno della scatola, formando una seconda base.
In questo modo la scatola sarà più resistente...ed è anche perfettamente ricoperta!


Ora...se volete inserire dei dolcetti sfusi è meglio ricoprirla con carta trasparente alimentare,
ritagliando un foglio leggermente più grande della scatola e bloccandolo con nastro adesivo o bi-adesivo sui bordi esterni della scatola:


Dentro tutti i dolcetti!!!

Avvolgete la scatola in un foglio di carta trasparente:


Prendete con le dita i 4 angoli e sollevateli,
poi sollevate piano piano tutta la carta trasparente facendola aderire bene alle pareti della scatola:


E chiudete con un bel nastro!


Ehm...la versione natalizia della carta da regalo poco si presta alla tipologia di confezione...ma avevo solo quella in casa oggi!
Con una carta tinta unita rossa, blu, oro o argento, magari lucida, e un bel nastro in stoffa o raso, l'effetto "chiccoso" è assicurato!

Quasi quasi incarto così anche i miei regali di Natale ;-)

Muffin mignon

muffin mignon

Non ho resistito... ho voluto-dovuto-provato a realizzare i muffin nello stampo dei cioccolatini acquistato l'altro ieri.
Come sono???
A me fanno una tenerezza irresistibile!

Per procedere rapidamente ho usato la ricetta della torta al cioccolato (di cui vi ho già precedentemente parlato) con l'accortezza di cuocere i muffin mignon per un tempo di cottura inferiore: dai 10' ai 15' max, in base al vostro forno.


Nell'alzata vedete sia la variante senza pirottino (la prima infornata), sia la variante con pirottino (ho dovuto provarne di diverse marche perchè risultavano sempre troppo grandi):
personalmente in questa veste cioccolatosa li preferisco con il pirottino...
senza assomigliano a dei panettoni...
magari partendo da un impasto diverso si possono utilizzare per la tavola delle Feste...
magari come segnaposto...
ODDIO CHE BELLI!!!!!!!!!!!

PS: ho 2 diversi stampi per i cioccolatini, uno di Silikomart e l'altro di Pavonidea.
Entrambi possono essere utilizzati per la cottura in forno perchè sopportano temperature fino a, rispettivamente, 230° e 280°.
Controllate sempre se sul vostro stampo sono presenti i simboli per la cottura in forno e la temperatura max che possono sopportare!

martedì 13 dicembre 2011

Sgranocchia sgranocchia

Questa è la notte di Santa Lucia,
una notte magica per tutti i bambini che questa sera hanno preparato un bicchiere di latte e i biscotti per Santa Lucia e il fieno per il suo asinello...
Santa Lucia e il suo asinello arriveranno mentre i bambini dormono ancora...
lasceranno i giochi per i bimbi che sono stati bravi...
consumeranno il loro spuntino e si riposeranno qualche minuto...
finchè il campanello al collo dell'asinello suonerà...
segno che staranno per proseguire il loro cammino verso un'altra casa e altri bimbi...

Tutta la giornata è magica nell'attesa della notte e della mattina seguente,
quando i bambini all'alba si alzeranno e troveranno i giochi sparsi per la casa e la tavola imbandita per la colazione (giochi assolutamente non impacchettati ma prontissimi per poter giocare immediatamente!).

Bhè questa è la nostra prima vera Santa Lucia e oggi pomeriggio,
complice questa brezza magica che aleggiava per la casa,
ho sfornato dolci con una semplicità indescrivibile:

Biscotti a forma di stella da appendere all'albero di Natale
Crostatine e bignè per la colazione di domani
e i Lecca-Lecca di biscotto...ovvero i miei
Sgranocchia-Sgranocchia:


LECCA-LECCA SGRANOCCHIA-SGRANOCCHIA
Ingredienti (per circa 12 lecca-lecca):
pasta frolla
Preparare la pasta frolla, stenderla su un foglio di carta da forno e metterla in frigorifero per un'ora.
Con gli stampi per biscotti fare delle formine (utilizzare forme che si sviluppano in altezza ad esempio l'albero) considerano 2 forme uguali per ogni lecca-lecca.


 Appoggiare una forma di biscotto sulla placca del forno ricoperta con carta forno, posizionare il bastoncino di legno (quello per gli spiedini) sul biscotto ed adagiarvi sopra un'altra forma di biscotto premendo leggermente per fare aderire i due biscotti, soprattutto in corrispondenza del bastoncino di legno:


Avvolgere il bastoncino di legno con carta forno per evitare che bruci durante la cottura.


Procedere alla cottura: alla mia forma di albero sono bastati meno di 15'...
considerate la forma del vostro biscotti perchè quelli troppo spigolosi (ad esempio la stella) tendono a bruciare alle estremità prima di arrivare a cottura.



Decorarli con glassa o codette o cioccolato fuso a piacere!
Questa volta ho preferito utilizzare la glassa senza albume, ecco la ricetta:

GLASSA (senza albume)
Ingredienti:
zucchero a velo
succo di limone
coloranti a piacere

Preparazione:
Per la glassa bianca: mescolare zucchero a velo e succo di limone (farlo scendere a gocce nello zucchero) fino a raggiungere la consistenza desiderata.
Per ottenere la glassa colorata mescolare direttamente zucchero a velo e colorante.
Decorare i biscotti con l'aiuto di una tasca da pasticcere.


Una volta solidificata la glassa ho inserito ogni lecca-lecca in un sacchetto trasparento (idoneo al contatto con alimenti) lasciando uscire il bastoncino di legno...e l'ho fissato con dello spago da cucina.




Corro a nanna...devo addormentarmi subito e non devo sentire Santa Lucia arrivare,
anzi non la devo vedere altrimenti mi butta la sabbia negli occhi!
Ma quante se ne inventavano i nostri nonni per farci dormire???

E i vostri bimbi cos'hanno preparato per lo spuntino di Santa Lucia e dell'asinello?

Questa idea mi piace tantissimissimo...devo perfezionare la decorazione ma ho intenzione di usarla anche come "favor" (i regalini che si lasciano alla fine della festa) per qualche festa di compleanno o come bomboniera per un battesimo...magari a forma di body di neonato...e il pacchetto chiuso da qualche confetto...

Notte notte :-)

PS: questa idea l'ho scovata qualche tempo fa sul blog di una cake designer bravissima...purtroppo non ho memorizzato il nome del blog... se vi capita di trovarlo o lo conoscete già fatemelo sapere, sarò lieta di mettere il link! 

domenica 11 dicembre 2011

Una domenica di dicembre

Tra un micro sonnellino e un sonnellino mancato della mia bimba, oggi sono riuscita a vedere il film Julie&Julia!
Inutile raccontarvi la trama in quanto sbirciando qua e là sul web ho notato in qualsiasi food blog un post dedicato a questo film...
tanti commenti positivi e pochi commenti negativi o meglio indifferenti...
a me è piaciuto...
molto....
ma in questo momento sono attratta da qualsiasi storia in cui i protagonisti riescono con la propria forza di volontà, un pizzico di intraprendenza e una buona dose di fortuna ad avverrare i loro sogni nel cassetto!

Per adesso il mio si avvera lentamente in queste pagine virtuali...

proprio oggi pomeriggio, dopo la visione della prima parte del film (seconda parte rimandata a dopo cena proprio per il sonnellino mancato), passeggiando per le vie del centro addobbate a festa (la parola crisi è sulla bocca di tutti ma le luminarie natalizie non sono mai state così ricche come quest'anno nella mia città) ho notato sulla vetrina di un negozio il cartello affittasi...
dietro ad una vetrina vuota il mio pensiero vola alla vera Pasticcioneria...
quella che nei sogni ha preso forma ormai da qualche anno...
un intreccio tra pasticceria francese, bakery americana e tanta tanta dolcezza sfornata dalla colazione alla merenda... 
e tanti tanti bambini... 
e le loro feste di compleanno...
e le torte...
e le decorazioni...
e...
ecco appunto si chiama sogno per un motivo vero???

Eh però tra le bancarelle del mercatino di Natale sono riuscita a trovare lo stampo in silicone per i cioccolatini che cercavo da tanto tempo: quello dei cioccolatini cilindrici...una sorta di micro muffin...
avete presente?
1° per fare i bicchierini di cioccolato da riempire con la crema al mascarpone o chantilly (o con il liquore all'uovo che finchè non finisce ce lo ritroviamo in tutte le salse :-)) e 2° perchè stavo diventando pazza a cercare gli stampi per fare proprio i mini muffin...cioè dove inserire i pirottini di carta piccini piccini...avevo provato ad infornarli senza stampo ma il pirottino era troppo debole e si apriva completamente..
bhè adesso devo solo selezionare la ricetta da realizzare...
micro muffin dolce o salato...
mmmhhhhhh?!?!?!?

Ah dimenticavo... tornando al film:
prima di Natale devo assolutamente provare a cucinare il Boeuf Bourguignon di Julia Child...
1 ricetta in 12 gg...
riuscirò nell'impresa????
;-) notte notte

venerdì 9 dicembre 2011

I love... cooking...

Qualche blog fa ho letto un post che più o meno faceva così...
"sono in un momento della mia vita in cui sono indecisa se comprarmi un tacco 12 o 12 stampi da cupcake"!
A parte gli scherzi...
in questo momento il blog, il food, i dolci
stanno occupando talmente i miei pensieri 
che questo regalo ricevuto per il mio compleanno è stato perfetto!


Le bruschette sono un mondo che non consideravo e non conoscevo:
saranno gustosi esperimenti!

Curiosando sul sito dell'azienda produttrice, la Ballarini, ho trovato nuovi iLoveCooking in assortimento:







Ogni set si articola in strumenti base per la cottura associato a prodotti gastronomici di aziende con cui Ballarini ha sviluppato l'idea in co-marketing.

All'interno di iLoveCooking Bruschetta ho trovato:
1 piastra di cottura antiaderente
1 pinza
2 bottiglie di olio extravergine oliva Carli 
1 macinasale con sale aromatizzato olive e rosmarino
1 ricettario

Idee originali anche per i regali di Natale ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...